Il S.I.A.M.O. Esercito ed il Segretario della regione Puglia – Antonio PETRARA, non possono esimersi dall’esprimere orgoglio e gratitudine per l’operato di tre nostri colleghi, bianchi fucilieri del 9° Reggimento fanteria “BARI”, impiegati nell’ambito dell’operazione Strade Sicure nel Raggruppamento Campania.

Grazie al loro tempestivo intervento, si è riusciti a porre fine all’incubo che stava vivendo un’infermiera in servizio in un ospedale di Napoli.
La donna, in attesa a fine turno del bus per Avellino nel parcheggio in corso Arnaldo Lucci, nei pressi della stazione centrale, è stata strattonata e scaraventata per terra da un extracomunitario, che ha iniziato violenza sessuale su di lei. Questo ripugnante comportamento criminale è stato interrotto soltanto dall’arrivo di una pattuglia di militari del 9° Reggimento Fanteria “Bari” impiegati nell’operazione Strade Sicure.

L’intervento dei tre commilitoni, che hanno prontamente agito in soccorso della vittima, ha permesso di porre fine all’incubo che la ragazza stava vivendo ed assicurare alla giustizia il balordo, evitando che la situazione potesse prendere una piega ancor più atroce.

Il Raggruppamento Campania dell’operazione Strade Sicure, che opera nelle province di Napoli e Caserta, attualmente è a cura del 9° Reggimento Fanteria “Bari”, di stanza a Trani, con al comando il Colonnello Claudio BENCIVENGA.

Il lavoro degli uomini e delle donne in divisa su tutto il territorio nazionale diventa ogni giorno più difficile ma, come sempre, non mancano le dimostrazioni di professionalità e coraggio dei soldati Italiani.

Roma, 8 maggio 2020